Selezione Brani AdM Selezione Brani AdM
Stagione 16/17: al via la vendita dei nuovi abbonamenti

Stagione 16/17: al via la vendita dei nuovi abbonamenti

7 luglio 2016

Al via la vendita dei nuovi abbonamenti per la Stagione Concertistica 2016/2017 della Società Amici della Musica “Guido Michelli”. 

Da martedì 12 luglio, presso la biglietteria del Teatro delle Muse sarà infatti possibile acquistare un abbonamento per i 13 concerti della prossima Stagione degli Amici della Musica: i prezzi degli abbonamenti vanno da 30 fino a 220 euro.

La Stagione 2016/2017 degli Amici della Musica prevede un ricco cartellone con in programma musica dal Barocco ad oggi, prime esecuzioni e commissioni d’opera, recital, orchestre e musica da camera.

I prezzi dei singoli concerti vanno invece da 4 a 35 euro. Sono previste agevolazioni per i ragazzi, da 4 a 6 euro dai 15 ai 19 anni, con un abbonamento a tutti i concerti a 30 euro.
Gli studenti dell’Università Politecnica delle Marche hanno diritto all’ingresso gratuito.

Ulteriori dettagli.
Nei 13 concerti della prossima stagione 2016-2017 della Società Amici della Musica Guido Michelli, firmata da Guido Barbieri, si ritrovano e si proseguono alcuni percorsi musicali iniziati negli scorsi anni – anche se con importanti novità -, e se ne iniziano degli altri, s’incontrano nuovi musicisti. Nel cartellone ritroviamo i “cicli”, quelli cameristici, la produzione di Brahms (Gringolts), di Mendelssohn (Prosseda & C.), la Storia del Quartetto (Prometeo), cui si aggiunge un’ integrale itinerante tra Ancona, Macerata e Pesaro, prodotta da Marche Concerti – i Trii di Beethoven col Trio di Parma -, mentre, sul fronte della collaborazione con la FORM, dopo i concerti per pianoforte e orchestra di Rachmaninoff e Beethoven, si parte alla scoperta del KM – Kontinent Mozart, una scelta tra i concerti, sempre per quello strumento, che il compositore austriaco compose a Vienna nell’ultimo decennio della sua vita; per i recital, invece, il violoncello del grande Antonio Meneses e il pianoforte di due giovani e acclamatissime star internazionali, Giuseppe Albanese e Beatrice Rana; la collaborazione con l’Orchestra Vincenzo Galilei della Scuola di Musica di Fiesole impegnata in un progetto bachiano, e alcuni appuntamenti particolari, come quello con il Giorno della Memoria – altra produzione di Marche Concerti -, e con l’orchestra d’archi I Solisti di Milano, tre commissioni d’opera e prime esecuzioni assolute; e la stagione è così presto riassunta.
Visto più nel dettaglio, il programma 2016/2017 si apre con un progetto di e con (quale voce narrante) Guido Barbieri e la Scuola di Fiesole, con l’Orchestra Vincenzo Galilei degli allievi della prestigiosa scuola diretti da Edoardo Rosadini, per l’Offerta Musicale di J.S. Bach, il 30 ottobre allo Sperimentale, un’interpretazione degli enigmi di questo complesso capolavoro, cui segue l’Orchestra d’Archi I Solisti di Milano, diretta da Nicolas Krauze, la giovane Ekaterina Valiulina al violino e Alessandro Travaglini, clarinetto solista, con un programma da Mozart alla bella Holberg Suite di Grieg, il 16 novembre, allo Sperimentale. Il percorso nella musica da camera di Brahms prosegue con il Quartetto di Ilya Gringolts – Premio Paganini – , quest’anno arricchito dalla presenza di James Boyd alla viola per i Quintetti per archi del compositore d’Amburgo, il 25 novembre allo Sperimentale, mentre a dicembre, il 14, ritorna, dopo molti anni, un giovane talento stupefacente e poliedrico di nome Miriam Prandi che darà inizio al viaggio mozartiano nel Kontinent Mozart, interpretando il Concerto per pianoforte e orchestra K. 595, e cimentandosi però anche al violoncello con il concerto di Haydn HOB VII:1, concerto con la FORM, diretto da Alessandro Cadario. Due particolari commissioni d’opera, prime esecuzioni assolute, a Francesco Antonioni – nel ruolo inedito anche di voce narrante – accompagneranno il percorso mozartiano al Teatro delle Muse in questo primo e nel secondo appuntamento, quello del 5 maggio, che chiuderà la stagione, con al pianoforte Leonora Armellini – a grande richiesta – e i due concerti in la maggiore, K 414 e K 488. Al Trio di Parma spetta l’integrale dei trii di Beethoven in tre tappe: ad Ancona sarà il 17 gennaio allo Sperimentale – le altre, Macerata e Pesaro -; e sempre a gennaio, il 26 allo Sperimentale, l’appuntamento con il Giorno della Memoria, azione scenica per voce narrante, Clara Galante, quartetto d’archi Fauves, quartetto vocale femminile Cantar Lontano, e percussioni Antonino Errera, per la regia di Alessio Pizzech, una commissione d’opera Amici della Musica – e una prima esecuzione assoluta – a Silvia Colasanti, e testi di donne Imperdonabili (questo il titolo), a partire dalla ispiratrice della drammaturgia di Guido Barbieri, Etty Hillesum. I recital si susseguono uno dopo l’altro allo Sperimentale con Antonio Meneses, le Suite di Bach – due – contrappuntate dai Capricci di A. Carlo Piatti e la Suite di Gaspar Cassadò, il 17 febbraio; Giuseppe Albanese, pianista Deutsche Grammophon in piena ascesa, con un programma Al chiaro di luna, tre amatissime Fantasie, quelle di Schumann, di Schubert e quella (Quasi una Fantasia) di Beethoven – il famoso Al chiaro di luna, appunto – , il 26 febbraio; e Beatrice Rana, altro astro italiano del pianismo internazionale, con Bach, Debussy, Francesconi, Liszt, il 16 marzo. Ancora la musica da camera al Teatro Sperimentale negli altri tre concerti rimasti: Roberto Prosseda – artista in residenza – conclude il ciclo dedicato a Felix Mendelssohn, con Gabriele Pieranunzi, Francesco Fiore e una sorprendente guest star, Enrico Pieranunzi, il più importante pianista jazz italiano, con cui improvviserà a due pianoforti su temi del compositore tedesco (28 marzo), mentre sempre Prosseda con Mendelssohn e con Alessandra Ammara, e Pietro Ghislandi voce recitante, si cimenta con le famose musiche di scena per il Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, nella trascrizione dello stesso compositore per pianoforte a quattro mani e i testi di William Shakespeare, il 31 marzo. Con il Quartetto Prometeo si prosegue il ciclo della Storia del Quartetto, 21 aprile, attraverso il paradigma Gibbons, Rameau, Mozart, Ravel, Sciarrino.
I prezzi degli abbonamenti ai 13 concerti vanno da 30 a 220 euro. La vendita dei nuovi abbonamenti inizierà il 12 luglio alla biglietteria del Teatro delle Muse, 071/52525, biglietteria@teatrodellemuse.org. I prezzi dei concerti vanno da 4 euro a 35 euro. Agevolazioni per i ragazzi, da 4 a 6 euro dai 15 ai 19 anni, con un abbonamento a tutti i concerti a 30 euro. Gli studenti dell’Università Politecnica delle Marche hanno diritto all’ingresso gratuito.

La stagione concertistica Amici della Musica “Guido Michelli” è realizzata grazie a:
Comune di Ancona, Regione Marche, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo
Main sponsor: Banca Popolare di Ancona
Sponsor: Studio Legale Giampiero Paoli e Associati; Fiduciaria Marche; Archisal – Studio Salmoni Architetti e Associati
Sponsor tecnici: Grand Hotel Palace; Roberto Valli Pianoforti; Enopolis
Con il contributo di Fondazione Cariverona; e la collaborazione di Marche Teatro

La prevendita dei biglietti inizierà il 26 ottobre presso la biglietteria del Teatro delle Muse e dal 27 ottobre anche presso gli sportelli UNICREDIT (diritti di prevendita non dovuti), online (www.geticket.it), punti vendita abilitati e call center.

INFORMAZIONI

Ufficio stampa Amici della Musica “Guido Michelli”:
Annalisa Pavoni annalisapavoni@gmail.com

Società Amici della Musica Guido Michelli
Via degli Aranci, 2
Segreteria: Claudia Cesti
Tel. – fax: 071/2070119
e-mail: info@amicimusica.an.it
sito internet: www.amicimusica.an.it
skype: amicimusicaan
www.facebook.com/SocietaAmiciDellaMusicagMichelliAncona
twitter: @AdMAncona

 Scarica il testo della notizia.

Nessun commento / Tags: campagna abbonamenti, Stagione 2016/2017

Commenti chiuso

Logo AdM | AdM Ancona
Società Amici della Musica “G. Michelli”
Via degli Aranci, 2 - 60121 Ancona
Tel./fax: 071/2070119 (ore 9.30 - 17.00)
C. F.: 80005810421 P. IVA: 00733590426
go-top